Vota la ricetta

Qual è la ricetta che più rappresenta Venosa?

View Results

Loading ... Loading ...

Ricetta – Fave Marsicate

SAPORI NOSTRANI DEI TEMPI PASSATI
L f’v aggrapplt cù pumdor

Fave marsicate

Ingredienti x 6 persone
F’v secct c la scorz
Fave secche con la buccia senza nasello gr. 600

Ugli d’auleiv
Olio di oliva gr. 50

Pmduridd ross
Pomodorini ciliegia gr. 200

Acce
Sedano gr. 100

S’l gruss
Sale grosso gr. 20

Duie specch d’agli
Aglio – spicchi n. 2

Procedimento
Tenere le fave in acqua tiepida e poco sale in ammollo per un’intera nottata. Sciacquarle e portarle sul fuoco in una pentola a bordi alti. Coprirle con abbondante acqua, aggiungendo il sedano tritato, il sale, i pomodorini appena schiacciati e l’aglio. Portare ad ebollizione e cuocere a fiamma bassa. A cottura avvenuta, servirle con pane abbrustolito e un filo di olio di oliva crudo.

Esecuzione medio – facile

Cenni storici
È una zuppa della tipologia delle frumentade, ma ad esse sicuramente precedente nella zona, per le sue caratteristiche di acclimatazione e di coltivazione, da tempi più antichi rispetto al frumento. Tra le possibili varianti di questo classico dell’alimentazione povera, si propone una versione in bianco, cioè fave cotte senza la buccia.

Autore: Antonio Guarino

Lascia un Commento

Devi aver fatto il login per inviare un commento